Premiate giovedì a Napoli le 60 imprese più competitive, affidabili e talvolta sostenibili della regione
Industria Felix, De Luca: «È una giornata molto bella: oggi è un dovere essere vicini alle imprese»
L’assessore Marchiello: «Abbiamo dimostrato che la Campania vuole reagire a tutte le contrarietà»

NAPOLI, 20 mag 2022 – «È una giornata molto bella, mai come oggi sentiamo il dovere di essere vicini al mondo imprenditoriale della nostra regione. È un periodo estremamente complicato, soprattutto per le imprese, problemi di forniture energetiche, costi delle materie prime, un’incertezza generale, una spinta inflazionistica che sta tagliando salari, pensioni e stipendi, quindi un clima davvero molto, molto difficile. Dunque è ancora più necessario essere vicini al mondo dell’impresa, sostenere l’impresa con programmi di sburocratizzazione e con sostegni economici diretti: è quello che stiamo facendo come Regione Campania». È il commento del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto giovedì mattina a Napoli nel gremito Auditorium di Città della Scienza per le conclusioni del 42° evento Industria Felix, la 5a edizione de La Campania che compete, realizzato dal trimestrale in supplemento a Il Sole 24 Ore Industria Felix Magazine, diretto da Michele Montemurro, in co-organizzazione con Regione Campania, in collaborazione con Cerved, Università Luiss Guido Carli, A.C. Industria Felix, con il sostegno di Confindustria, con il patrocinio di Confindustria Campania, Simest, con la media partnership de Il Sole 24 Ore e Askanews, con le partnership di Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking e Grant Thornton.

«L’entusiasta partecipazione da parte delle imprese a Industria Felix è la chiara dimostrazione che la Campania, nonostante il Covid, nonostante la guerra vuole reagire. Lo dimostra anche la risposta significativa che il tessuto produttivo campano ha espresso in occasione dei numerosi avvisi nazionali e regionali orientati ai temi della sostenibilità e dell’innovazione. La forza e l’impegno dei nostri imprenditori si traduce anche in riqualificazione territoriale e occupazione. Perché se i nostri imprenditori lavorano bene sicuramente ne beneficia il territorio». Lo ha dichiarato l’assessore alle Attività produttive della Regione Campania Antonio Marchiello che ha introdotto i lavori.

Nell’evento presentato dai giornalisti Angelo Mellone e Maria Soave sono intervenuti il presidente di Confindustria Campania Luigi Traettino, il componente del Gruppo Credito e Finanza di Confindustria e co-portavoce del Comitato scientifico di Industria Felix Filippo Liverini, il vice presidente di Confindustria Vito Grassi, l’executive vice president – Corporate sales di Cerved Group S.p.A. Fabio Biasini, il commissario ZES Campania Giuseppe Romano, il direttore generale DG Sviluppo economico della Regione Campania Raffaella Farina, per Banca Mediolanum il senior manager dell’Investment banking Marco Gabbiani e i private banker Michele Orlando, Alfredo Cipullo e Raffaele Russo, il partner di Grant Thornton Consultants Gianluca De Margheriti, tramite videomessaggio l’Ad di Simest Mauro Alfonso, il presidente della Fondazione Città della Scienza Riccardo Villari e il componente del Comitato scientifico di IF Michele Chieffi.

Sono state premiate le 60 società di capitali con sede l egale in Campania tra le più performanti a livello gestionale, affidabili finanziariamente e talvolta sostenibili a conduzione femminile, under 40 e straniera, a vocazione internazionale, le pmi innovative, le piccole, medie e grandi imprese, quelle per miglior crescita secondo Cerved e le migliori per settori: 34 per la provincia di Napoli, 10 di Salerno, 8 di Avellino, 5 di Caserta e 3 di Benevento. Le aziende sono state scelte da un qualificato Comitato Scientifico rispetto ad un incontrovertibile algoritmo di competitività relativo al conto economico, all’affidabilità finanziaria indicata dal Cerved Group Score Impact e da una media addetti non inferiore all’anno precedente.

Qui di seguito i nomi.

CAMPANIA (60). Avellino (8): Acca Software, Aliberti Multiservizi, Bruno, Cofren, HCM, I.P.S. (Industria Produzione Semilavorati), Torello Trasporti, Vitillo. Benevento (3): Relegno, Rummo, Ten Project. Caserta (5): Calzaturificio Dema, Futura Line Industry, MD, Progest, Proma. Napoli (34): A. Abete, Agora, Atelier Vacanze, Be Green Tannery Innovazione Conciaria Italiana, BKL, Caffè Borbone, Chimpex Industriale, Ciao People, Com-Cavi, Energas, Esseti Farmaceutici, Farmacosmo, Ferone Pietro E C., Futura, Gori, I.D.V., Icommerce, Industry A.M.S., Italcoat, Laminazione Sottile, Live Show Food, Ludoil Energia, Mare Engineering, Marigo Italia, Napoli Canale 21, Okolab, Pagano, S. Paolo Ristorazione, Sapa, Sideralba, Stress, Travellero, Villa Delle Querce, Wind. Salerno (10): Balestrieri Holding, Convergenze, Di Mauro Officine Grafiche, F.I.A.D., Fisiopharma, Genetic, Healthware Group, S.A.R.I.M., Tecnocap, Trans Italia.

CENTRO STUDI INDUSTRIA FELIX S.R.L.
Sede legale: Piazza Giuseppe Garibaldi 27, cap 70122, Bari (Ba)
Iscritta al Registro Imprese di Bari
N. iscrizione e codice fiscale: 08244210723
Iscritta al R.E.A. di BARI n. 614391
C.S. € 10.000,00 i.v.
P.IVA: 08244210723

INDUSTRIA FELIX MAGAZINE
Redazione: Via Medici 15, cap 20123, Milano (Mi)

Telefono: 02 37920905

Powered by Consorzio Sfera