Industria Felix - Casillo

Industria Felix – il vincitore della seconda edizione: Casillo Partecipazioni S.R.L.

ACAYA (LE), lun 23 MAG 2016 – Un miliardo e sei milioni di fatturato, 25 milioni di utile netto, 20,6% di Roi e ben 800mila euro (non gli unici) investiti per la ricerca. Con questi numeri la Casillo Partecipazioni srl di Corato, in provincia di Bari, si è aggiudicata per il secondo anno consecutivo il Premio Industria Felix – La Puglia che compete, fondato e diretto dal giornalista Michele Montemurro e organizzato dall’associazione culturale Industria Felix col patrocinio di Confindustria Puglia, Politecnico di Bari e Università di Bari, di Foggia e del Salento. I premi sono stati assegnati sulla base di un’inchiesta condotta da Montemurro sui bilanci dell’anno 2014 di 2.500 società di capitali con sede legale in Puglia e fatturato superiore ai 3 milioni di euro. I riconoscimenti sono assegnati alle aziende che registrano più profitti.
A ritirare il premio per la società è stato l’amministratore Francesco Casillo, presidente della Casillo Commodities Italia spa, la società che traina la capogruppo con 800 milioni di fatturato. Durante la cerimonia sono intervenuti, anche, i presidenti di Confindustria Bari/Bat Domenico De Bartolomeo e Lecce Giancarlo Negro, il presidente del Comitato Grandi Industrie di Confindustria Puglia Angelo Bozzetto, l’assessore regionale al Lavoro Sebastiano Leo, il portavoce del Comitato Scientifico Emanuele di Palma, i prorettori delle quattro Università che hanno patrocinato il Premio e il presidente di Invimit Massimo Ferrarese.
Tra i 270 partecipanti al DoubleTree by Hilton di Acaya, in provincia di Lecce, è intervenuto anche il responsabile del Centro studi e delle Relazioni esterne di Cerved Group spa, Guido Romano, che ha fornito alcuni dati inediti per il prossimo biennio: «Per alcuni dei settori tipici dell’economia pugliese, Cerved prevede però nel prossimo biennio un andamento debole: in media in Italia il settore olio crescerà in media dell’1,5%, la siderurgia dell’1,3%, le strutture alberghiere dell’1,3%. La Puglia – ha detto Romano – ha però già dimostrato in questi anni di avere un sistema imprenditoriale in grado di realizzare ottime performance in anni di crisi: con 141 “gazzelle”, PMI che hanno almeno raddoppiato il fatturato dal 2007, e 352 società che abbinano alta crescita a solidità di bilancio, la regione vanta un’importante avanguardia di eccellenze. L’innovazione, la managerialità, internazionalizzazione continueranno ad essere le leve – ha concluso – per avere successo in un quadro in miglioramento, ma ancora difficile».
Le Alte Onorificenze sono state conferite alle migliori aziende di Puglia per comparti e per province: Cantina oleificio sociale di San Marzano (Ta – vitivinicolo), Casa di cura Bernardini srl (Br – sanità), Casillo Commodities Italia spa (Ba – commercio), Cisa spa (Ta – ambiente), Cofra srl (Bt – moda), De Cristofaro srl (Fg – edilizia), Exprivia spa (Ba – servizi innovativi e tecnologici), F. Divella spa (Ba – agroalimentare), Generali Costruzioni Ferroviarie spa (costruzioni ferroviarie, miglior imprese della provincia di Taranto), Getrag spa (Ba – meccanica), Gts spa (Ba – trasporti e logistica), Lotras (trasporti e logistica, miglior impresa della provincia di Foggia), Megamark (commercio, miglior impresa delle province Bari/Bat), Nicolaus Tour srl (Br – turismo), Pastore srl (Ba – ristorazione), Polo Group srl (Ba – casa), S.E.A. srl (commercio, miglior impresa della provincia di Lecce), Soavegel (produzione pasti, miglior impresa della provincia di Brindisi), Wind Farm Rocchetta srl (Fg – energia).
Le Menzioni di Bilancio sono state assegnate per primati di bilancio provinciale e regionale: Basile Petroli spa (Ta, miglior fatturato provinciale), C.a.m. soc. coop. (Ba, miglior Roe prov.), Casa di cura Bernardini srl (Br, miglior patrimonio netto prov.), Casillo Partecipazioni srl (Ba, migliori fatturato, mol, utile netto regionali), Cisa spa (Ta, migliori attivo immobilizzato, patrimonio netto, mol prov.), De Cristofaro srl (Fg, migliori Roa, utile netto prov.), Deghi srl (Le migliori Roa e Roi prov.), Dell’Erba Marmi srl (Fg, miglior Ros prov.), Ediltec srl (Ba, miglior Roe regionale), Efficienza Energia srl (Le, migliori Roi e Roa reg., miglior Ros prov.), Fortòre Energia spa (Fg, miglior attivo immobilizzato, patrimonio netto prov.), Getrag spa (Ba, miglior mol prov.), Hb Manufacturing srl (Ta, miglior Roe prov.), Italcave spa (Ta, migliori Ros e utile netto prov.), Lasim spa (Le, miglior patrimonio netto), Leadri srl (Le, miglior attivo immobilizzato prov.), Leasifin srl (Ba, migliori Ros, Roa prov.), Natuzzi spa (Ba miglior numero dipendenti reg., miglior patrimonio netto prov.), Salento Gestioni srl (Le, miglior Roe prov.), S.E.A. srl (Le, miglior utile netto prov.), S.f.l. coc. coop. (Le, miglior numero dipendenti prov.), Wind Farm Rocchetta srl (Fg, miglior Ros reg., mol prov.).
Sono state assegnate, inoltre, cinque Menzioni di Merito: ai figli degli imprenditori Attilio Mastromauro (Ba) e Pietro Fedele scomparsi lo scorso anno, ai tre migliori giovani imprenditori Domenico Colucci, Vincenzo Dentamaro e Giangiuseppe Tateo (Ba), a Farmalabor (Bt) e Iurlano Tourist (Le). Tutte queste aziende hanno ritirato i premi durante il galà condotto da Angelo Mellone e Giada Pezzaioli, mentre il workshop della mattina è stato moderato dal giornalista Marco Traverso e hanno partecipato: Vito Albino (PoliBa), Giovanni Cipriani (UniFg), Emanuele Di Palma (portavoce del Comitato scientifico), Fabrizio La Sala (consulente informatico), Federico Pirro (UniBa), Guido Romano (Cerved), Andrea Venturelli (UniSalento).
Non ha potuto partecipare al Gran Galà per impegni istituzionali il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che ha evidenziato in un videomessaggio la «oggettività, serietà e determinazione» attraverso le quali sono stati assegnati i premi: «Così – ha detto Emiliano – usciamo da quella che un tempo chiamavamo la questione meridionale, che oggi invece riguarda la competitività del Paese». Il presidente della Regione ha poi aggiunto: «Possiamo costruire la prima forza economica del Mezzogiorno che raggiunge le regioni del Nord».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Di piu

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close