“La rivoluzione ESG”: è il titolo del quinto numero del trimestrale Industria Felix Magazine, diretto da Michele Montemurro, in edicola il 26 ottobre scorso come supplemento gratuito con Il Sole 24 Ore su Milano, Roma e Napoli e visibile gratuitamente su industriafelix.it. Sono 148mila le imprese italiane inerenti a settori impegnati nella transizione ambientale. È quanto emerge da uno studio di Cerved. Ma l’impatto degli indicatori ESG riguarderà presto anche tutte le altre imprese che chiederanno un finanziamento in banca, che dovranno essere valutate, appunto, anche in base a parametri ambientali, sociali e di gestione dell’impresa. Rispetto alle linee guida Eba (non obbligatorie) da giugno 2021 i finanziamenti saranno accompagnati da valutazioni ESG e sui rischi da cambiamenti climatici.

Bilancio di sostenibilità e Dichiarazione non finanziaria volontaria: l’esperienza di tre aziende che hanno puntato sulla svolta ESG. E il commento dell’amministratore delegato di Cerved Rating Agency, Fabrizio Negri.

Il presidente di Illycaffè, Andrea Illy, che già da anni ha puntato sul caffè rigenerativo circolare, avverte: «Il mercato dell’Italia è rappresentato da venti settori che devono cambiare paradigma. Ci sono opportunità straordinarie di rivisitazione del made in Italy». E sul suo futuro, Illy sottolinea: «Farò solo l’imprenditore senza esitazione. Se vogliamo cambiare la società iniziamo a cambiare le nostre aziende. Con l’impresa puoi influenzare, avviare un’idea che arriva alla politica. Non c’è modo migliore di fare politica di fare bene l’imprenditore».

Tre storie di aziende competitive: le tre generazioni di Brambati, la tecnologia della provincia di Pavia nell’agroalimentare made in Italy; Varvaglione 1921, l’impresa vitivinicola familiare tarantina il prossimo anno festeggia il centenario; Starhotels, la catena con l’albergo di Milano aperto anche durante il lockdown.

Nelle fotonotizie la sfila di Dior; nei libri “Catenaccio e contropiede” dell’ad di Simest Mauro Alfonso e “Bezonomia” di Brian Dumaine. Infine un focus sul Premio Industria Felix con i nomi delle aziende premiate nelle edizioni regionali di Veneto, Trentino Alto Adige, Toscana, Puglia, Molise, Lazio, Friuli Venezia Giulia, Campania e Basilicata.

CENTRO STUDI INDUSTRIA FELIX S.R.L.
Sede legale: Piazza Giuseppe Garibaldi 27, cap 70122, Bari (Ba)
Iscritta al Registro Imprese di Bari
N. iscrizione e codice fiscale: 08244210723
Iscritta al R.E.A. di BARI n. 614391
C.S. € 10.000,00 i.v.
P.IVA: 08244210723

INDUSTRIA FELIX MAGAZINE
Redazione: Via Medici 15, cap 20123, Milano (Mi)

Telefono: 02 37920905

Powered by Consorzio Sfera

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Di piu

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close