Sarà presentata lunedì a Bologna l’inchiesta di Industria Felix Magazine e Cerved: apre l’assessore comunale Matteo Lepore e conclude il governatore Stefano Bonaccini

Metalli in Emilia Romagna, servizi innovativi nelle Marche e ambiente in Umbria sono i settori più competitivi

I nomi delle 52 aziende più performanti e affidabili a livello finanziario distinti per provincia

BOLOGNA, sab 8 FEB – Metalli in Emilia Romagna, servizi innovativi nelle Marche e ambiente in Umbria sono i settori più competitivi. I dati, in relazione al Roe, sono forniti dal trimestrale di economia e finanza Industria Felix Magazine diretto da Michele Montemurro sulla base di un’inchiesta realizzata in collaborazione con l’Ufficio studi di Cerved che sarà presenta lunedì pomeriggio a Bologna a Palazzo Re Enzo in occasione di Industria Felix – L’Emilia Romagna, le Marche e il Molise che competono. L’evento, moderato dalla giornalista e conduttrice del Tg1 Maria Soave e dallo scrittore e capostruttura di Rai1 Angelo Mellone, sarà aperto dall’assessore del Comune di Bologna Matteo Lepore e concluso alle 18,30 dal governatore Stefano Bonaccini.

In Emilia Romagna si registrano 12mila società di capitali con ricavi superiori ai 2 milioni di euro che complessivamente fatturano 292 miliardi di euro (+8,3% sull’anno precedente) con 948mila addetti (+5,2%); rispetto a questo campione, 86 imprese su 100 hanno prodotto utili e registrato segni positivi nel 79,3% dei casi per il Roi e nell’86,2% per il Roe. Proprio in relazione alle aziende con Roe positivo, i settori migliori sono risultati: metalli (93,2%), meccanica (91,4%) e servizi innovativi (90,2%). Nelle Marche 8mila imprese con ricavi sopra il mezzo milione hanno fatturato 48 miliardi (+6,8%) con 225mila addetti (+4,9%); le aziende producono l’87,3% di utili e rispettivamente nell’81,9% e nell’86,9% dei casi hanno un Roi e un Roe positivi. In questo caso i settori più performanti rispetto al Roe sono servizi innovativi (92,4%), meccanica (90,5%) e chimica e farmaceutica (90,2%). In Umbria 3mila società con ricavi sopra il mezzo milione registrano un volume d’affari di 27 miliardi (+6,6%) con 104mila addetti (+5,9%); le aziende producono utili nell’85,4% dei casi e hanno segni positivi rispettivamente dell’80,3% e dell’85% per Roi e Roe. A guidare la lista di imprese che godono percentualmente del segno “più” per il Roe sono ambiente (97,6%), chimica e farmaceutica (94,4%) e servizi innovativi (94%).

Maggiori dettagli sull’inchiesta saranno forniti durante l’evento di lunedì, organizzato da IFM in collaborazione con Cerved, Università Luiss, A.C. Industria Felix, col patrocinio di Confindustria, Comune di Bologna, le media partnership di Ansa, Il Sole 24 Ore e con le partnership di Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Sustainable Development, Grant Thornton, Lidl Italia, FundCredit e Studio Legale Iacobbi. «L’incontro a Bologna con i migliori imprenditori e imprese di Emilia Romagna, Umbria e Marche e con i leader delle istituzioni pubbliche rappresenta un’opportunità per le eccellenze locali di interagire e creare nuove occasioni comuni di collaborazione per la crescita sostenibile dell’economia del territorio e per contribuire allo sviluppo delle aziende più innovative e competitive in Italia e all’estero anche grazie alla condivisione delle esperienze professionali del network Grant Thornton con imprese private ed aziende pubbliche in 140 nazioni. Siamo onorati di essere stati scelti tra le società partner che sostengono il Premio Industria Felix», afferma Fabio Gallassi, managing partner di Ria Grant Thornton s.p.a.

Qui di seguito l’elenco delle 52 aziende delle tre regioni più performanti a livello gestionale, affidabili a livello finanziario e in alcuni casi sostenibili.

EMILIA ROMAGNA. Bologna: Automobili Lamborghini, Forma Mentis, Illumia, Marzocchi Pompe, Rbr Immobiliare. Forlì-Cesena: Citrus. Modena: Chef Express. Piacenza: Idrogeo. Parma: Barilla G. e R. Fratelli, Casone, Theras Lifetech, Vislab. Ravenna: Gemos Soc. Coop., Orion Engineered Carbons, Proteo International, Ricci Pietro. Reggio Emilia: Cooperativa Sociale Coopselios Soc. Coop., Grasselli, Interpump Group, Kaitek. Rimini: Top Automazioni, Universal Pack. MARCHE. Ancona: Fileni Alimentare, Luigi Togni & C. (Togni). Ascoli Piceno: C.I.A.M., Fatech Diagnostics Italia, Imac, Redorange, Unionalpha. Fermo: Calzaturificio Duca del Nord, Europlast, Itaci, Sifa, Sigma, Vega. Macerata: 6 Tour, Halley Informatica, Iguzzini Illuminazione. Pesaro-Urbino: Ebworld, Renco Group, Tecnoplast. UMBRIA. Perugia: Istituto Prosperius Tiberino, Manini Prefabbricati, Nts Project, Umbragroup. Terni: Eskigel, Famiglia Cotarella, Faurecia Emissions Control Technologies Italy, Free Genera Ingegneria, Se.Tra.S, Tecnifor, Vetrya.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Di piu

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close